ore

L’attenzione dell’Italia per la promozione sostenibile dell’Expo di Dubai

di Domenico Letizia

L’export, l’internazionalizzazione, la promozione delle eccellenze italiane all’estero e la cooperazione internazionale per liberare il potenziale dei singoli e delle comunità e per creare un futuro migliore dopo la pandemia sanitaria appaiono il miglior strumento per la ricrescita economica del sistema nazionale.

Puntare su nuovi sistemi innovativi di logistica, trasporto e comunicazione di persone, beni e idee, mettendo al centro l’accessibilità e resilienza delle risorse ambientali, energetiche e idriche. Tra le iniziative più importanti del prossimo anno ritroviamo l’Expo di Dubai.

Expo di Dubai è l’Esposizione Universale che si terrà negli Emirati Arabi Uniti dal 1° ottobre 2021 al 31 marzo 2022 ed è la prima Esposizione Universale che si svolge in un Paese arabo. Per sei mesi Dubai si trasformerà in una vetrina mondiale in cui i Paesi partecipanti presenteranno al mondo il meglio delle loro idee, progetti, modelli esemplari e innovativi nel campo delle infrastrutture materiali e immateriali sui temi dell’Esposizione Universale. Expo di Dubai sarà la prima Esposizione Universale a tenersi nell’area ME.NA.SA, ovvero Medio Oriente, Nord Africa e Asia meridionale. Una prospettiva importante e allettante per le imprese e le eccellenze italiane.

Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio ha svolto una recente missione negli Emirati Arabi Uniti, proprio per visitare il sito di EXPO Dubai e per incontrare i rappresentanti e i delegati della società organizzatrice dell’Esposizione Universale, insieme al Commissario Generale italiano per EXPO, Paolo Glisenti.

Durante l’importante missione internazionale, il Ministro ha espresso il deciso e forte sostegno italiano per un’esposizione di successo, sottolineando come il nostro Paese stia investendo tutte le risorse necessarie per realizzare un Padiglione di grande valore attrattivo, innovativo, altamente tecnologizzato e ispirato ai principi di sostenibilità e di economia circolare, nonché una perfetta vetrina dell’arte e del design dell’Italia.

EXPO Dubai offrirà una piattaforma importante per rilanciare e rafforzare le relazioni economico-commerciali con tutti i Paesi partecipanti. Le esportazioni costituiscono un pilastro fondamentale per la ripresa economica del nostro Paese: per questo la Farnesina, in questi mesi di pandemia, ha lavorato senza sosta per introdurre con un grande sforzo il sostegno delle imprese italiane attraverso il “Patto per l’export”, un articolato programma di interventi pensato per offrire alle aziende italiane strumenti di formazione, promozione e supporto finanziario in tutte le fasi del processo di internazionalizzazione. Una strategia “ambiziosa ma solida” che si regge su sei pilastri: comunicazione; promozione integrata; formazione/informazione; e-commerce; sistema fieristico; finanza agevolata.

Il patto per l’export riassume le risorse straordinarie stanziate dal governo per circa 1,4 miliardi di euro, con cui si rafforzeranno gli strumenti per l’internazionalizzazione delle imprese e si adotterà un’azione promozionale di ampio respiro.

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARE

Per segnalazioni o proposte di collaborazione