ore

Tecnologia e innovazione della comunicazione per la promozione del Made in Italy in tutto il mondo

di Domenico Letizia

La contemporaneità dei mezzi di comunicazione, dell’innovazione tecnologica e digitale, il diffondersi di grandi strumenti come i social media e i network digitali possono rappresentare uno strumento efficace per la promozione e la valorizzazione delle bellezze italiane, la conoscenza mondiale del patrimonio materiale e immateriale della nostra Penisola, l’essenza e la storia del Made in Italy. D’altronde, sono numerose le agenzie di internazionalizzazione e di comunicazione che hanno compreso l’importanza dell’export anche in termini di “media” e conoscenza specifica delle eccellenze italiane. Oggi, la comunicazione aziendale e quella istituzionale rappresentano il principale elemento per veicolare valore, esprimere le competenze aziendali, settoriali, artigianali e contribuire alla crescita e al miglioramento dell’immagine e dell’affidabilità. Tra le progettualità più innovative degli ultimi anni possiamo citare le varie idee legate alla Diamond TV – Real italian Lifestyle, che sta sviluppando un innovativo progetto comunicativo e informativo per consegnare ad ogni cittadino di questo mondo il diritto e la possibilità di apprezzare la bellezza ed il fascino dell’Italia, della nostra arte, cultura, dei prodotti Made in Italy, dell’artigianato, della moda e del nostro design. “Non tutti hanno la fortuna di poter venire in Italia, ma noi porteremo l’Italia nelle case di tutto il mondo“, riporta Adriano Ippoliti, fondatore e amministratore unico di Diamond TV. Nel tentativo di comprendere il rapporto tra comunicazione, promozione delle eccellenze, innovazione e televisione 4.0 intervistiamo Adriano Ippoliti, fondatore di Diamond TV.

Velocizzare il processo di adozione di nuove tecnologie, grazie a piattaforme e soluzioni che rispondono alle reali esigenze della forza sociale e occupazionale delle nostre imprese e consorzi, invitando all’utilizzo delle fonti e puntando al numero di accessi a portali di conoscenza può rappresentare una scommessa vincente. Come nasce il vostro progetto e quali prospettive intravedi nel mondo della comunicazione 4.0?

L’idea della Diamond TV é nata inizialmente nel 2009 e doveva essere una tv satellitare con un approccio molto informale e social mirato al puro intrattenimento. Era il periodo in cui stavano nascendo i primi youtubers che poi sono diventati personaggi televisivi popolari, come Clio Make Up, Frank Matano e altri personaggi che oggi lavorano nei canali mainstream. Già da allora facemmo un planning con un’analisi di mercato molto dettagliata. Abbiamo sempre continuato a fare ricerca e sviluppo in ambito tecnologico e comunicativo. Questo ci ha permesso di individuare un forte posizionamento focalizzando l’attenzione esclusivamente sulla promozione del patrimonio italiano e sull’italianità nel mondo. Negli ultimi due anni con la diffusione sempre maggiore della banda larga abbiamo finalmente deciso di affrontare il mercato. La comunicazione cambia nella forma e nell’utilizzo degli strumenti, e come in tutte le situazioni, può essere utilizzate in maniera più o meno costruttiva. Sta a tutti noi saperne fare un buon uso. La cosa positiva è che il digitale abbatte ogni distanza e permette a tutti di realizzare i propri progetti imprenditoriali o personali. Queste opportunità esistevano però anche 20 anni fa con il digitale, ancora prima che nascessero Facebook, Instagram, Linkedin e tante altre piattaforme social. Nei primi anni 2000 realizzai le mie produzioni discografiche con artisti di fama mondiale tramite internet, per email o tramite Myspace. Nel 2005 facevo dropshipping per un’azienda californiana occupandomi del mercato europeo. Dipende tutto da te, non devi cercare le scuse o gli aiuti dall’esterno. Se la cosa la vuoi fare, un modo lo trovi, sempre.

Focalizzare il business sulla continua ricerca, sviluppo ed innovazione tecnologica a sostegno della promozione del Made in Italy e dell’italian lifestyle sta divenendo una nuova priorità per quelle strutture comunicate e imprenditoriali che vogliono far conoscere le eccellenze italiane all’estero e ripartire dopo la pandemia sanitaria. Puoi raccontarci la tua esperienza?

E’ proprio questo il punto. Promuovere quello che sappiamo fare non deve essere una priorità, ma parte integrante di un modello di business, fatto con automatismo. La priorità è legata ad un fattore temporale a breve medio termine mentre l’automatismo fa parte del ciclo di vita a lungo termine. La comunicazione ed il marketing, nella maggior parte delle imprese, non viene mai considerata una voce indispensable, ma quasi sempre accessoria. Hai mai pensato che respirare fosse una priorità nella tua vita ? No, eppure è indispensabile per vivere. Così la comunicazione ed il marketing lo é per le imprese e per la salute del nostro Paese. Manca la cultura del creare strategie lungimiranti e visionarie. Nella vita ci vuole coraggio e l’imprenditore lo fai per scelta non perché ti è stato ordinato. Lo stesso ragionamento vale per le istituzioni ovviamente. Purtroppo l’uomo non si evolve di pari passo con la tecnologia che lui stesso sviluppa e questo crea un gap importante che poi si traduce in malessere economico e sociale. Questa pandemia ha aperto gli occhi a molti devo dire e ha sbalzato l’Italia in avanti di almeno 10 anni . Tutto ciò fortunatamente sta giocando a nostro favore, ma sarebbe dovuto accadere molti anni prima e soprattutto senza pandemia. Rimanere ancorati al proprio prodotto o proprio servizio senza comprendere che é vitale accompagnarli con una strategia di comunicazione e di marketing, mette in pericolo la propria azienda.

Diamond TV – Real italian Lifestyle sta sviluppando un innovativa progettualità di conoscenza, permettere ad ogni cittadino del mondo il diritto e la possibilità di apprezzare la bellezza ed il fascino dell’Italia, della nostra arte, cultura, dei prodotti Made in Italy, dell’artigianato, della moda e del nostro design. La prima TV on demand, multilingue e interattiva che vuole far conoscere l’Italia ovunque e nelle comunità estere che amano la bellezza italiana. Quali sono gli obiettivi a lungo termine del progetto?

Il primo obiettivo in assoluto è quello di riuscire a dare l’esempio alle persone su come si possa “creare” il lavoro quando tutto sembra crollare. Vogliamo dare speranza e lavoro alle generazione future. Lavoreremo in convenzione con Università italiane e straniere e mostreremo come nell’era digitale, in Italia, finalmente si possa vivere anche di Turismo, arte e cultura.Come dicevi tu vogliamo portare l’Italia nelle case di tutto il mondo ed è proprio per questo motivo che molti dei contenuti saranno sviluppati anche in lingua madre straniera, come lo spagnolo, l’inglese, il francese e il cinese. La nostra bellezza e il know-how non hanno alcun valore se non vengono condivise con il mondo intero, e noi lo faremo attraverso la comunicazione ed il marketing strategico.

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARE

Per segnalazioni o proposte di collaborazione
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: