ore

La Open Innovation Challenge di Thales Alenia Space Italia con Lazio Innova

di Domenico Letizia

Dall’agricoltura di precisione al controllo della sicurezza fino alle nuove prospettive di monitoraggio assicurativo, la tecnologia spaziale e l’implementazione dei sistemi satellitari rappresentano le nuove visioni tecnologiche per innovativi servizi da offrire ad imprese e consumatori. Nel Lazio, il settore aerospaziale ricopre un ruolo strategico, con eccellenze nella ricerca e nella leadership industriale, sia a livello nazionale che internazionale. La Regione Lazio, tramite Lazio Innova, lancia con Thales Alenia Space Italia, una Open Innovation Challenge per focalizzare soluzioni innovative in ambito Intelligenza Artificiale (AI) a bordo dei Satelliti.

L’iniziativa rientra nell’ambito di un accordo siglato da Lazio Innova con Thales Alenia Space per sviluppare azioni e programmi che rientrano negli obiettivi della Smart Specialisation Strategy regionale, di cui l’Aerospazio è una delle sette aree individuate come pilastri dell’innovazione.

Attraverso la collaborazione con un partner industriale leader di settore, la sfida rafforza ulteriormente l’impegno della Regione Lazio nel favorire lo sviluppo di startup nell’ambito della Space Economy attraverso il programma ESA Business Incubation Centre Lazio (ESA BIC Lazio), unico in Italia, in partnership con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI). Il focus della challenge è lo sviluppo di applicazioni di Intelligenza Artificiale (machine learning, deep learning e altre funzioni) che consentano di incrementare l’autonomia per l’attività di monitoraggio, rilevamento, processing e trasferimento dati in satelliti per l’osservazione della Terra.

Tra gli obiettivi, la realizzazione di soluzioni innovative in grado di consentire ai satelliti un maggiore controllo a bordo, per aggirare le difficoltà di comunicazione con la Terra e ridurre la necessità di una supervisione continua e di interventi da remoto. Thales Alenia Space Italia, joint venture costituitasi tra Thales (67%) e Leonardo (33%), è tra i leader nel settore spaziale. Da oltre quarant’anni fornisce infatti soluzioni ad alta tecnologia per telecomunicazioni, navigazione, osservazione della terra, gestione ambientale, ricerca scientifica e infrastrutture orbitali.

Al termine della challenge, il vincitore della sì aggiudicherà un premio in denaro del valore di 10mila euro e servizi specialistici messo in palio da Lazio Innova. Al secondo e terzo classificato, servizi specialistici per lo sviluppo del proprio business. Thales Alenia Space Italia assegnerà al primo classificato un ulteriore premio di 5mila euro o un contratto di uguale valore, per prototipare la soluzione presentata.

Per i primi tre classificati Thales Alenia Space offrirà inoltre la possibilità di sperimentare la soluzione proposta presso il proprio FabLab e di essere inserite nel database del Gruppo per il monitoraggio delle startup innovative. Nella maggior parte dei paesi industriali, il comparto aerospaziale è il frutto della cooperazione tra industrie pubbliche e private. In diversi Stati, i governi finanziano un programma spaziale civile e militare, con grandi programmi pubblici di cui beneficiano molte aziende che producono strumenti tecnici e strumentistica per controllo e riparazione dei satelliti. Secondo il rapporto di “Bryce Start-Up Space Report 2019” tra il 2000 e il 2018 sono stati investiti oltre 21 miliardi di dollari nel settor, di cui 8,4 miliardi da operatori di venture capital e 3,1 miliardi da investitori seed.

La space economy è “una nuova asset class di investimento” e Lazio Innova ha deciso di puntare e anticipare le tendenze tecnologiche e occupazionali del nostro imminente futuro con l’obiettivo di generare nuova occupazione giovanile, altamente professionale e innovativa.

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARE

Per richieste di collaborazione o segnalazioni: