ore
PRIMA PAGINA / ATTUALITA' / La Toscana riorganizza la propria offerta turistica con la digitalizzazione

La Toscana riorganizza la propria offerta turistica con la digitalizzazione

di Domenico Letizia

La Toscana si prepara alla ripartenza del turismo con un Piano di promozione da 6 milioni di euro, articolato su 5 linee di intervento. Vera novità è la riorganizzazione del parco di offerta regionale: 52 linee di prodotto distribuite su tutti i territori e 7 grandi temi di viaggio su cui concentrare il marketing del 2021. Le tematiche sono fortemente connesse con le tendenze del momento: living culture (cultura, eventi e creatività); city quitting (ritorno ai borghi e ai prodotti autentici); smart working & long-stay; vacanza al mare; disconnessione, ricarica in natura e attività all’aria aperta; i viaggi d’arte; new wellness, relax e rigenerazione. La ripartenza del turismo toscano passa anche attraverso la creazione di piattaforme digitali per la promozione del turismo.

La novità è rappresentata dalla piattaforma digitale di co-programmazione con cui oltre 240 comuni raggruppati in 28 Ambiti turistici e la Regione con le sue Agenzie (Toscana Promozione Turistica per il turismo e Fondazione Sistema Toscana per il digitale) hanno collaborato per la definizione della strategia. Da quest’anno, infatti, la complessa macchina pubblica del turismo di una grande Regione turistica ha iniziato a co-programmare (on-line) le politiche del turismo con un approccio strategico e per obiettivi, attraverso un metodo di lavoro su piattaforma informatica di programmazione e progettazione e non più con documenti cartacei.

Tuscany Together” è il nome del metodo di governance lanciato durante il convegno dell’anno scorso che ha analizzato le tematiche del turismo e che oggi viene reso operativo attraverso la piattaforma di collaborazione. La necessità attuale di procedere spediti e uniti in un momento di grande difficoltà per il turismo, rende particolarmente importante programmare cogliendo per tempo i cambiamenti di mercato e possibilmente anticipando le risposte, progettando un ciclo continuo e non più con documenti statici. Una collaborazione che si svolge insieme a tutti gli attori del turismo secondo scelte ragionate, orientate al mercato, alle nuove tendenze della domanda e alla valorizzazione dei prodotti territoriali.

Per essere pronto per una veloce ripartenza, il sistema turistico della Toscana ha dunque voluto puntare anche su uno strumento digitale per la co-programmazione, una piattaforma che consente una grande flessibilità dell’azione per un veloce adattamento agli scenari: attraverso la condivisione dei rispettivi Destination Management Plan, gli Ambiti partecipano all’aggiornamento costante del parco progetti con conseguente selezione delle priorità e della costruzione condivisa delle strategia di promozione del brand-set della Toscana.

Per incontrare le reali aspettative degli utenti è fondamentale utilizzare le “keyword” giuste, in quanto è proprio tramite queste che il motore di ricerca può indirizzare in una determinata direzione. La Toscana presenta un altro passo verso l’implementazione del marketing turistico sfruttando le tante potenzialità online e le opportunità di poter condividere sul web le notizie relative a determinate località aumentando notevolmente la loro digitalizzazione e di conseguenza la loro visibilità.

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARE