ore
PRIMA PAGINA / S U D / Le Prospettive Mediterranee e l’evento di Ponza tra food e sostenibilità

Le Prospettive Mediterranee e l’evento di Ponza tra food e sostenibilità

di Domenico Letizia

Nella foto: Francesco Ferraiuolo, Sindaco di Ponza e Enrica Miceli, Segretaria Generale di Prospettive Mediterranee

L’iniziativa Ponza Prima-Med, sviluppatasi in partnership con il Cerealia Festival, nasce dall’impegno che l’Associazione Prospettive Mediterranee (PM) dedita alla promozione dello sviluppo sostenibile nell’area euro-mediterranea. Prospettive Mediterranee è un’associazione senza fini di lucro, membro della Rete Italiana per il Dialogo Euro-Mediterraneo (RIDE).

L’associazione è da anni impegnata nell’organizzazione di attività, ricerche e progetti volti a promuovere, valorizzare e tutelare le diverse identità collettive del bacino del Mediterraneo. L’inizio della recente Terza edizione dell’iniziativa annuale euro-mediterranea interistituzionale “Ponza Prima-Med” è stata un’occasione per riunire leader e istituzioni che sostengono il Mediterraneo sulle sfide della sostenibilità, e per presentare il progetto di ristrutturazione della Villa delle Tortore a Ponza come Centro di Alta Formazione e Science Diplomacy.

Tra i tanti e prestigiosi partecipanti all’evento straordinario, svoltosi in forma ibrida sull’isola e moderato da Enrico Molinaro e Greta Spreafico, registriamo la partecipazione da remoto di Luigi Di Maio, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Fabio Massimo Castaldo, Vicepresidente del Parlamento europeo, Angelo Riccaboni, Presidente della Fondazione PRIMA, Silvia Costa, Commissario per il restauro del penitenziario di Santo Stefano a Ventotene e in presenza Gennaro Migliore, Presidente dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo (PAM), Grammenos Mastrojeni, Segretario Generale Aggiunto dell’Unione per il Mediterraneo (UpM), Antonio Parenti, Capo della Rappresentanza della Commissione Europea a Roma, oltre a Francesco Ferraiuolo, Sindaco di Ponza, Comune socio della Rete Italiana per il Dialogo Euro-mediterraneo RIDE-APS.

Il sindaco di Ponza Francesco Ferraiuolo ha aperto il suo intervento introduttivo all’evento congratulandosi con la Rete Italiana per il Dialogo Euro-mediterraneo (RIDE) per la medaglia che il Presidente della Repubblica Mattarella ha concesso per l’iniziativa Ponza Prima-Med nell’ambito del Festival Cerealia, che premia l’impegno pluriennale della RIDE sui temi del dialogo Euro-mediterraneo.

Il sindaco ha dichiarato il proprio sostegno alla proposta di restauro della Villa delle Tortore per trasformarla in un Centro di Alta Formazione e Science Diplomacy sulla sostenibilità ambientale. “È importante che venga ricordato l’appello dei ponzesi, affinché la Villa delle Tortore sia salvata dall’abbandono e dall’incuria e le sia garantito un ruolo di grande prestigio. L’Isola di Ponza si candida ad essere il luogo dove promuovere la cultura mediterranea ed il dialogo tra i popoli, non solo per la sua posizione geografica, ma anche per i requisiti morali e culturali. Con la valorizzazione proposta dalla RIDE, l’auspicio è di offrire un contributo significativo ad un futuro innovativo e sostenibile, comune a tutti i popoli del Mediterraneo”, ha dichiarato il Sindaco.

Intervento autorevole è stato quello di Salvatore d’Alfonso, Project Manager su progetti dedicati al mediterraneo e professionista della sostenibilità, che ha analizzato la “agroecology”, che consiste in una serie di best practices finalizzate a migliorare la qualità d’approccio nel settore agricolo. D’Alfonso ha spiegato come l’agricoltura industrializzata stia gradualmente distruggendo gli ecosistemi dai quali dipende e che soltanto un recupero in termini di buone pratiche può favorire un contributo importante ai cambiamenti climatici.  

Enrica Miceli, Segretaria Generale di Prospettive Mediterranee e Coordinatrice della Segreteria per la Rete Italiana per il Dialogo Euro-mediterraneo – RIDE in occasione dell’evento ha messo in luce l’importanza cruciale della bellezza nella attività progettuale e nel lavoro nel Mediterraneo, evidenziata nella scelta della Villa delle Tortore a Ponza come Centro di alta formazione e Science Diplomacy sulla sostenibilità. Un evento importante che, come sottolineato dal professore Angelo Riccaboni, ha posto al centro il dialogo euro-mediterraneo e l’importanza della cooperazione, evidenziata ai massimi livelli nel contesto della delegazione italiana in occasione del pre-evento delle Nazioni Unite sul Food presso la FAO.

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARE